Can Santosha

 2-6-2011

Siamo arrivati a can santosha con la “calma Latina”.

Un giorno e mezzo dopo il previsto girovaghiamo per le colline di Aragon in cerca di una frutteria per comprare il cibo per la settimana. Il cammino per arrivare quí é di terra molto argillosa e con la pioggia si formano pozzanghere di fango difficili da evitare con la autocaravana. Arriviamo quasi con il buio e dopo una rapida visita della casa ceniamo tutti insieme. I Lavori del primo giorno sono stati abbastanza semplici: ripulire una parte della casa dalle arnie delle api, tagliare erba fresca dal prato della scuola di yoga al lato che sarebbe poi servita per preparare l’impasto di paglia e fango per le pareti della casa.

Can Santosha é una casa su due livelli costruita interamente con legno paglia e argilla. Due ampi spazi al primo livello separati da un muro di paglia e due mansarde formano la meta della casa.

L’altra metá é solo coperta dal tetto ma aperta ai lati. Un bagno a secco con docce esteriore é attualmente in costruzione. Le case di paglie esistono e funzionano.

Questa é costruita secondo i principi della bioclimatica.

I vetri della casa sono posizionati a sud in maniera tale da ricevere piú luce e calore, e sono posizionati in base ai solstizi di estate ed inverno in maniera tale da poter dominare i punti di luce e di oscurita della casa in maniera naturale.

la paglia é un isolante termico ed acustico eccezzionale.

Le case di paglia sono piu facili da riscaldare che da raffreddare ed il risparmio energetico é notevole. Come base per la casa vengono usati copertoni usati che vengono riempiti di terra e pietre. Quindi fatta una struttura di legno per le pareti al posto dei mattoni si usano le balle di paglia. Queste poi vengono ricoperte da un miscuglio di paglia, argilla e sabbia , poi vengono rifinite con calce idraulica mescolata ad acqua e sapone che le rende piú impermeabili e lisce come il ghiaccio.

Si perde piu tempo a spiegare come si fa una casa di paglia che a farla!! Can Santosha é posizionata su un area di 9 ettari a 850 metri d’altezza sul livello del mare.

Ci sono ulivi, alberi da frutta, un campo di leguminose, un orto e un campo di mezzo ettaro coltivato a grano. Ci sono molti progetti di costruzione in corso. Un deposito per l’acqua piovana, un pollaio ed una serie di capanne di paglia per gli ospiti. Parte della casa é ancora senza copertura esteriore e si possono vedere le balle di paglia. Abbiamo quindi preparato il “body coat” una miscela di argilla, paglia verde, paglia secca e sabbia.

La paglia fresca fermenta per tre giorni e rende l’impasto elastico e resistente. Prima di applicarla sulla pareti viene applicato sulle balle paglia una miscela di acqua e argilla chiamata “barbottina” che fa da collante tra il body coat e la paglia. Costo ridottissimo ma molto lavoro.

La parte divertente é che il body coat é molto malleabile e gli si puo dare la forma che si vuole.

Terminata l’applicazione ci mettiamo all’opera per progettare e costruire il pollaio. Una base di termoargilla, una struttura in legno, un muro di paglia e argilla un tetto verde per le piante medicinali e il gioco é fatto. Una finestra e una porta a sud costruite secondo i principi della bioclimatica garantiranno sole d’inverno e ombra d’estate mentre l’inclinazione del tetto permette la raccolta di acqua piovana. Abbiamo anche costruito la “finestra del furto” dalla quale si puó accedere piú comodamente alle uova.

I padroni di casa sono molto ospitali e siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Ci hanno parlato di alcuni paesini okkupati dove nei prossimi giorni verranno organizzati vari corsi sul tema occupazione rurale. Vengono chiamate le “Giornate di Pre-okkupazione”. Abbiamo confermato la nostra presenza e per i prossimi otto giorni andremo con loro in due paesini okkupati da piú di 30 anni dove si svolgeranno gli incontri.

Questa voce è stata pubblicata in Wwoof e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...