Fanatismo?

15-3-2011

Mentre tutti continuano a farmi le stesse domande del tipo ….Ma cosa farai? Perchè lasci un buon lavoro? io continuo per la mia strada.

Quasi come se davvero l’unica maniera di vivere fosse quella capitalista-consumistica.

Quasi come se tutti avessero accettato, con rassegnazione, che il progresso non prevede che uno possa voler vivere a piú stretto contatto con la natura e sopratutto senza adorare il dio denaro.

Possibile che nessuno abbia piú sogni e speranze? Possibile che nessuno riesca a vedere un poco piú in lá del supermercato?

Penso a quando additiamo gli integralisti islamici e li chiamiamo fanatici perchè si farebbero ammazzare nel nome di hallah.

Attorno a me vedo tutti i giorni persone disposte a morire respirando veleni nelle auto, lavorando a contatto con sostanze tossiche, lavorando su impalcature senza sistemi di sicurezza, per non parlare dei temerari del quel ridicolo circo dei folli che é la formula 1.

Questo non é fanatismo? Rischiare la vita nel nome della fama o della busta paga?

Mi fanno sorridere ma, con un tono di amarezza, quelli che mi dicono, “beato te”. Quasi come se loro fossero incatenati ad un qualcosa che vorrebbero lasciare ma, non possono, proprio per via di quelle catene con le quali si sono auto-imprigionati.

Intanto la vita gli scorre davanti, mentre sognano di visitare, di viaggiare, di conoscere. Mentre sognano la vita degli altri, si lasciano sfuggire la loro.

A volte invece ho sentito dire: “Non é ancora il momento per me, io ora mi costruisco la pensione e poi ci penseró” Mi sono sempre domandato: ”come si fará ad avere la certezza di arrivare alla pensione quando si vive tra sostanze tossiche, si respirano veleni, si mangiano cibi transgenici e per la maggior parte del tempo si vive sotto stress?

Io seguo per il mio cammino. Vado avanti. É un processo che non puo essere fermato. Giorno dopo giorno risultano sempre piú evidenti le bugie di un sistema che ci vuole docili e non pensanti. Al giorno d’oggi é cosí. I pazzi, gli eretici, sono quelli che pensano con la propria testa. Non é consentito pensare con la propria testa. Bisogna avere un pensiero comune alla massa, la globalizzazione si muove anche a livello neuronale!

Questa voce è stata pubblicata in Wwoof. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...